domenica 9 luglio 2017

☕ Pausa caffè - "Quattro gatti" a Pesaro e dintorni, 8 luglio 2017



Pesaro, 6 luglio 2017 Comunicato Stampa Oggetto: Manifestazione Nazionale per la Libertà di Scelta in campo vaccinale

Manifestazione 8 Luglio 2017 Pesaro sulla Libertà di Scelta Vaccinale. 

Pagina Facebook di Uniti Per La Libera Scelta 

https://www.facebook.com/COMILVA/photos/a.151274638413803.1073741837.151214301753170/734650203409574/?type=3&theater


Burioni, guarda quanti "quattro gatti"! - Fonte: Associazione Comilva (Facebook)
Colors Radio
 
Pagina Facebook di Associazione Comilva
Comilva

Pagina Facebook di Corvelva
Corvelva

Pagina Facebook di IL Sentiero Di Nicola
Il sentiero di Nicola - ONLUS

Pagina Facebook di AURET Autismo, Ricerca e Terapie

Pagina Facebook di ASSOCIAZIONE VACCINARE INFORMATI 
Vaccinare Informati

Pagina Facebook di Comitato Salute e Diritti

Pagina Facebook di RAV HPV Reazioni avverse vaccini
RAV HPV



ECCO LA CANZONE "LIBERI DI SCEGLIERE"


IERI A PESARO ERAVAMO 40 MILA! NON 10 MILA! NON CI CREDETE?? GUARDATE COI VOSTRI OCCHI QUANDO ALLA FINE TUTTI SI ALZANO E SALTANO!! VIBRA TUTTO!

Profilo Facebook di Giuseppe Povia
Giuseppe Povia


Profilo Facebook di Diego Fusaro
Diego Fusaro

Profilo Facebook di Ferdinando Imposimato
Ferdinando Imposimato

Vaccination : Mobilisation Générale samedi 8 Juillet 2017 Paris Grenoble Nantes Strasbourg
(tradotto in italiano: "quattro gatti" in Francia - pensa un pò - uno per città! Hai visto come siamo organizzati, Lorenzin?)


...avevo detto "quattro gatti"? Chiedo scusa, volevo dire "cinque".


Prima dicevano che siamo "no-vax" mentre siamo "free-vax". Ora siamo "no-vax-free-vax".
Molto chiaro.

VERGOGNA!

AGGIORNAMENTO:
Lasciamo parlare i risultati (e i massoni).

domenica 2 luglio 2017

Famiglia naturale, fascismo e gender. 1917-2017. La storia si ripeterà?



1917-2017. La storia si ripete, così sembra.

Nel 1919 Don Luigi Sturzo fonda il Partito Popolare Italiano; di lì a poco Benito Mussolini sarà a capo della dittatura fascista in Italia.
Nel 2016 Gianfranco Amato, Mario Adinolfi e Nicola Di Matteo fondano il Popolo della Famiglia; una dittatura del pensiero unico è già in corso.

Giovanni Giolitti non si capacitava del fatto che un piccolo prete, da un ufficetto vicino a Montecitorio, potesse guidare e dare ordini a un così compatto gruppo di deputati.[1]
Adinolfi, nel suo giornale La Croce, annuncia che i sondaggi danno una percentuale di consensi al PdF tra il 4% e l’8%, configurandolo come quarto polo nazionale alle elezioni amministrative dell’11 giugno scorso.

Come il sacerdote siciliano si opponeva al capitalismo e al socialismo classista, dando ai cattolici un posto nella partecipazione politica, così l’Avvocato Amato, di stampo cattolico, si oppone a una propaganda sempre più becera e persuasiva contro uno dei pilastri, forse il più importante, della società oltre che della civiltà.

La famiglia naturale, biologicamente basata sull’incontro di un uomo e una donna, opposti reciproci, giuridicamente fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, è sotto minaccia da lobby potentissime, enti mondiali, non governativi (società multinazionali) ed istituzioni locali, governative (unioni, stati, partiti, associazioni) che stanno introducendo negli ordinamenti giuridici nazionali ed internazionali un’ insieme vomitevole di identità di genere e di famiglie chiamato gender (che, ovviamente, non esiste…lo scrivo così, per evitare censure); un affronto all’ordine naturale delle cose, l’ unico ordine che abbia mai funzionato su questo pianeta.

Circa un secolo fa, Don Sturzo era stato costretto all’esilio dal Duce, ma non per questo si arrese per fermare il “totalitarismo”, così da lui chiamato.
Oggi, Gianfranco Amato e il suo Popolo della Famiglia ricevono minacce di morte, vengono resi oggetto di vandalismo (danneggiamento dell’auto dell’ Avv.to), vengono ostracizzati, censurati, diffamati, addirittura subiscono interrogazioni parlamentari urgenti…perché denunciano, spiegano e parlano di qualcosa che non esiste…ma di cui tv, giornali, radio, siti Internet portavoce dei Poteri Forti parlano, fanno finta di spiegare e soprattutto NON DENUNCIANO MAI.

Abbiamo a che fare con un nuovo stato totale, di dittatura, che è in corso di realizzazione oggi più che mai nel nuovo paradigma ideologico in cui il nemico esterno viene annullato e in cui tutti diventiamo “scemi allo stesso modo”, come diceva Giorgio Gaber, “felici nella nostra condizione di servi” come diceva Aldous Huxley.

Io ed alcuni altri ci stiamo rendendo conto che l’espressione “la storia si ripete” non è così scontata e banale: in particolare notiamo che quando il Potere vuole toglierci le nostre Identità, le nostre Libertà, le nostre Verità,  le nostre Anime, nel caso del gender i nostri Figli, lo faccia con delle modalità operative riciclate in continuazione da avvenimenti storici precedenti, tragici, conosciuti ai più nella società occidentale, o meglio, americana.

Non cadete nel tranello: gran parte della storia è stata scritta da chi comanda, cioè da chi sottomette gli altri. Ma chi sottomette gli altri non è sempre chi vince.

Ormai Il Male, nonostante cambi maschera, fa sempre più fatica a nascondersi.

Facciamogli capire che si sbaglia.


AGGIORNAMENTO (3 luglio): Mi stavo per dimenticare che avevo lanciato un messaggio Anti-istituzionale più di un anno fa, per ricordare che per essere umani liberi non abbiamo bisogno di ideologie.

--------------------------
Per approfondimenti:

Biografia di Luigi Sturzo – Biografieonline.it http://biografieonline.it/biografia-luigi-sturzo
Crema: Storie di ordinaria disinformazione – La Croce Quotidiano http://gianfrancoamato.it/crema-storie-di-ordinaria-disinformazione/


Giuristi per la Vita http://www.giuristiperlavita.org/

Popolo della Famiglia – Facebook
Avvocato Gianfranco Amato Fanpage – Facebook




[1] Tratto da Biografieonline.it http://www.biografieonline.it