martedì 24 novembre 2015

Vaccini a raffica - Il vero terrorismo

La scienza medica ufficiale sembra essere giunta a un punto di conflitto ultimo tra istituzioni e cittadini: si sa, una buona dose di propaganda giustifica qualsiasi istituzione.
Ecco che anche la Ulss 12 del veneziano e la consociata Ulss 14 di Chioggia, in un territorio dove (per fortuna) i vaccini sono ancora facoltativi, premono sull'ignoranza quasi fuggente dei pazienti e distorcono la realtà che verte su una delle questioni più controverse degli ultimi anni in ambito di salute pubblica.
Nell'immagine seguente viene presentata la campagna pro-vaccinazioni del settore (a marzo?) in cui si premette l'efficacia generale di un medicinale qualsiasi venga somministrato come vaccino, fosse anche il Gardasil, senza dimostrare niente di oggettivo.

Ops! Locandina non reperibile sul sito della Ulss/Asl 12 di Chioggia...


Si allude velatamente a quei ricercatori, medici e pazienti che vengono presentati come delle persone fastidiose, proprio dei “soggetti scomodi”, che metterebbero tutti i vaccini sullo stesso piano. Non importa se il bugiardino ne prometta l'effetto opposto oppure se la Novartis ritira senza preavviso due stock di Fluad dal mercato; il principio di autorità deve superare la Ragione e i riscontri scientifici, cercando di impedire che i malati pensino con la propria testa. Quindi si fa di tutta l'erba un fascio, sia per l'aspetto dell'efficacia non dimostrata sia per la questione epidemica.
“malattie gravi, che avevamo sconfitto proprio con i vaccini”... Il cancro colpisce un numero sempre più crescente di persone nel mondo, e ogni cura efficace è stata sistematicamente evitata dagli ospedali da più di 60 anni. Chissà cosa penserebbe Edward Jenner, rivoltandosi nella tomba...

Foto: BluesHealer


...che finisce, malgrado, nel promo della riunione degli Stati generali della pediatria che si è svolta nella struttura dell'Ospedale all'Angelo di Mestre (VE) proprio in occasione della giornata del bambino e dell'adolescente, giusto per non destare sospetti.
In questa ondata di psicoterrorismo, quello vero, si può facilmente scorgere lo zampino delle sorelle-arpie di Big Pharma, colluse con i governi di America ed Europa.

Se vogliamo ancora credere che un uomo in camice bianco abbia il buon senso di sfruttarci come cavie inconsapevoli della nostra salute, saremo destinati a morire dal primo neurone fino all'ultima cellula dei nostri corpi.
Se non vogliamo accettare tutto questo, allora dobbiamo boicottare il più e prima possibile tutto quello che i fatti e l'esperienza insostituibilmente smentiscono per riappropriarci della nostra salute, a cominciare dall'alimentazione tanto data per scontato che basterebbe assumere la giusta quantità di acqua ogni giorno per evitare disturbi di varia natura e per prevenire (pensate un po') la formazione di tumori.

Per approfondire l'argomento: 
Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni (CO.R.VE.L.VA.)

Nessun commento:

Posta un commento