domenica 25 dicembre 2016

Discorso del 25 dicembre 2016


Buon ….. giorno a tutti.

Dopo il rito massonico del Traforo, dopo i PFAS e le lingue blu in Veneto, dopo l’ufficialità del MUOS di Niscemi, dopo l’ennesimo governo non eletto, dopo le dichiarazioni del capo dell’esercito degli USA, dopo i soliti Hoax, False Flag e terroristi fantasma, dopo TTIP e CETA, dopo centinaia di irrorazioni sopra le nostre teste, dopo nuovi e più forti terremoti pseudonaturali, dopo le riserve dei nativi americani violate, dopo i primi conflitti d’interesse ufficiali in campo medico, dopo la censura sui danni causati dai vaccini in Italia, dopo lo psicoterrorismo contro i ricercatori indipendenti, dopo il dibattito sulla terra piatta, dopo la denuncia al gender di Papa Francesco, dopo la finanza ombra, dopo la dittatura militare della NATO, …

… non riesco ad augurarvi un Buon Natale.

La nascita del Bambin Gesù (mito o fatto accaduto che sia) non conta più un cazzo per questa società lobotomizzata transistorizzata chippata alienata schiavizzata satanizzata ipnotizzata presa per il culo dal niente rappresentato dal denaro.
Smettiamola di tentare di vivere in un eterno presente con il solito rito capitalistico esoterico di massa del Natale, spinti dalla folle esaltazione dell’ipocrisia per la quale ci illudiamo di essere tutti belli e buoni per qualche spicciolo in più (spiccioli con cui compriamo robaccia rispetto a migliaia di miliardi con cui i banchieri comprano i nostri sentimenti, emozioni, diritti, libertà…ma tanto cosa contano se non sono materiali e tangibili, dico bene?); cerchiamo, invece, di trasformare la nostra energia per esprimere la nostra autenticità senza dissimulare la propria personalità: amiamo, creiamo, impariamo, costruiamo, cambiamo, immaginiamo senza confini di spazio e di tempo (dovunque e sempre) esprimendo ciò che pensiamo e ciò che proviamo. Così forse potremmo dimenticarci dei regali, anzi, doni, dimenticati in qualche angolo polveroso della casa o gettati nel cestino e ricordarci di quelle cose che ci renderanno degli esseri umani unici, belli e straordinari. Degli esseri consapevoli.

Pace e Amore

BH

giovedì 22 dicembre 2016

[VIDEO] Blues Healer ha qualcosa da dire! | ANTICIPO che sto per lanciare un appello a Laura Boldrini


Come dice Claudio Messora "Siamo fottuti"...

E(in)ventiamo - Le rosse di Libera Terra "sbarcano" a Venezia


Dalla calda Sicilia arrivano le arance rosse IGP. Buone, nutrienti e oneste.

Il gruppo Mangiare Informati della provincia di Venezia organizza, tra i vari impegni etici verso il territorio, una supervendita di arance siciliane da agricoltura biologica su ordinazione, raccolte in terreno confiscato alle mafie dalla Cooperativa Beppe Montana di Lentini, Siracusa.
L'iniziativa, in collaborazione con Libera Terra e GASMARGHERA, prenderà piede il 10 gennaio 2017, data della scadenza delle prenotazioni con la successiva consegna del prodotto della terra tipicamente invernale, nel clima festoso e solidale della Parrocchia della CITA di Marghera, il 29 gennaio.
Se ne volete un po', affrettatevi ad ordinarle!



mercoledì 9 novembre 2016

Rassegna online | 8 novembre 2016: Muos, fracking, da euro a lira ...



Il Muos di Niscema è ufficialmente operativo

di Franco Iacch

"Le antenne del MUOS trasmettono regolarmente. Le controversie con i residenti che hanno bloccato l'attivazione delle tre stazioni di terra a Niscemi, in Sicilia, sono state risolte"...


Forte terremoto in Oklahoma, sismologi americani: molto probabilmente è colpa del fracking

di Lorenzo Pasqualini

Anche il servizio sismologico americano conferma: la sismicità degli ultimi anni in Oklahoma è legata probabilmente all'attività di fracking. Dal 2009 un aumento impressionante di terremoti ha scosso questo stato degli USA, situato in un'area storicamente a bassa sismicità ...

La Polizia postale ti spia su Facebook: ecco le prove!

di Straker

Come molti di voi sapranno, ho scelto di abbandonare quella cloaca di Facebook, poiché il mio profilo (come il vostro) è sotto il controllo delle forze del (dis)ordine. ...

Igiene pubblica nel "porta a porta": un problema che il Comune di Sanremo non si è ancora posto 

di Straker 

Il Comune di Sanremo si è lanciato a capofitto nell'avventura della raccolta differenziata definita "porta a porta", ma non tutte le ciambelle riescono col buco. Abbiamo, infatti, interpellato un cortese e disponibile operatore al numero verde e...

Ecco a chi serve il rientro dei capitali all'estero

di Claudio Messora

Si chiama Voluntary Disclosure, o giù di lì. È la procedura di emersione e rientro di capitali detenuti all’estero, che consente ai contribuenti (o meglio, ai “non” contribuenti) di regolarizzare la propria posizione denunciando spontaneamente all’Amministrazione finanziaria la violazione degli obblighi di monitoraggio. L’Agenzia delle Entrate la chiama Collaborazione Volontaria. ...

Come si esce dall'euro senza la corsa agli sportelli

di Paolo Becchi e Fabio Dragoni 

L’euro imploderà, prima o poi, è certo quasi come la legge di gravitazione universale. Affrontare la situazione di comune accordo con gli altri Stati dell’eurozona converrà, eccome. Ma proprio perché la negoziazione non si trasformi in “implorazione” occorre avere ora per allora un piano di emergenza. ...

----

Trilussa dedica un sonetto elogiativo alla Leopolda

sabato 22 ottobre 2016

Rassegna online | 21 ottobre 2016: Programmazione predittiva, guerra civile, bugiardini, usa-ue...



Avenged sevenfold, "The stage": la storia come grottesco palcoscenico di una sanguinaria tragicommedia

di Zret

Nell’articolo “Un esempio di programmazione predittiva?” ipotizzammo che la canzone di Ligabue “G come giungla” potesse adombrare lo scoppio di un Terzo conflitto mondiale. Invero, il prodotto potrebbe essere solo un’esecrazione della guerra, tuttavia ci è stato segnalato un motivo che è, invece, molto esplicito, eloquente: ci riferiamo a “The stage” del gruppo rock Avenged sevenfold. Il video è, infatti, una sarcastica, impietosa panoramica della storia umana dal Paleolitico sino ai nostri giorni ed oltre… [...]

FRANCIA. E’ GUERRA CIVILE, MA LA STAMPA CENSURA: POLIZIOTTI IN RIVOLTA, IMMIGRATI SCATENATI, HOLLANDE BARRICATO ALL’ELISEO

di Maurizio Blondet (e Carmen del Pilar?)

da  un post di Facebook
Poliziotti in rivolta, immigrati scatenati, professori e medici nel mirino dei fanatici. Paese nel caos e Hollande chiuso a palazzo come Ceaușescu
Voi non lo sapete perché la stampa renziana censura tutto, ma la Francia è sull’orlo del caos. Tra martedì 18 e mercoledì 19 ottobre, per la seconda notte consecutiva centinaia di poliziotti, esasperati dagli ordini suicidi e genocidi della sinistra di governo, sono scesi in strada in varie città [...]


Ma perché Obama improvvisamente "ama" Renzi? Ricordatevi che fino a qualche tempo fa il premier italiano non godeva di grande considerazione a Washington. La ragione a mio giudizio è da ricercare nelle alchimie del potere in Europa, considerando due fattori, uno di fondo e uno di merito. [...]

Vediamo quello legato al contesto. L'establishment internazionale si è spaccato dopo il Brexit e non c'è concordanza sulla strategia da seguire [...]
 

Post e ripost sui rivetti saltati su EasyJet

[VIDEO] Prese e riPrese | Fermiamo i trattati di "libero scambio". Festival Si può fare! 2016, Mira (VE)

"Fermiamo i trattati di 'libero scambio' (TTIP, CETA, TISA, ...)", incontro organizzato dal Movimento Mira2030 , dal Coordinamento Zero OGM e dalla Campagna Stop TTIP Italia .
Questo ed altri incontri si sono svolti al Festival delle economie e delle relazioni solidali Si può fare! a Mira (VE), nella Villa dei Leoni, tra il 14 e il 16 ottobre 2016.

Gli stati più potenti del mondo cominciano a prepararsi ad eventi catastrofici: il governo tedesco dice di fare scorte di acqua, il governo russo dice di fare scorte di grano, il governo statunitense....bè, arrivateci da soli che sono troppo incazzato per continuare a scrivere.

Così, da fine agosto, oltre a continuare a vedere che scie chimiche e UFO sopra le nostre teste, dobbiamo convivere con la paura che una bomba piombi su casa nostra. E forse, per cercare conforto e protezione, qualcuno sta facendo di tutto per proteggersi con scorte di emergenza di cibo. Risparmiando il più possibile. Comprando sempre più e pensando sempre meno. Per rendere (altri) trattati commerciali mortali ancora più vicini alla punta del naso fino a non poterli mettere a fuoco.

E così il resto delle persone si accontenta, tanto sarà più importante ripararsi in un bunker...

Oh, ho detto "forse"!

Godetevi gli interventi di Elena Mazzoni e Orlando Bolettin.